OMAN

Tour classico con fuoristrada 4x4

dal 4 al 10 novembre 2018 (7 giorni)

accompagnati da don Paolo RENNER

Tutto il fascino e l'anima dell'Oman con percorsi off-road attraverso le montagne e le Wadi, i deserti, i villaggi tradizionali, i mercati tipici, le oasi, le montagne dell'Oman con paesaggi mozzafiato. Tour effettuato in comodi e moderni fuoristrada 4x4, il modo migliore per apprezzare le bellezze e particolarità del Sultanato.

 Scarica la brochure e la locandina.

1° giorno, domenica 4 novembre 2018

BOLZANO - MILANO MALPENSA - MUSCAT

Ritrovo dei Signori partecipanti e partenza con pullman G.T. per l'aeroporto di Milano Malpensa. Disbrigo delle formalità doganali e imbarco sul volo di linea per Muscat. Cena e pernottamento a bordo.

2° giorno, lunedì 5 novembre 2018

MUSCAT

MUSCAT - Grande MoscheaMUSCAT - Grande Moschea

Arrivo a Muscat, incontro con il nostro assistente che vi consegnerà il visto prepagato e vi aiuterà nel disbrigo delle formalità doganali. Incontro con la guida italiana e visita della Grande Moschea di Muscat, splendido esempio di architettura araba moderna. Sosta fotografica all'Opera House. Arrivo in hotel e pranzo. Pomeriggio visita del Museo etnografico Bait Al Zubair, un'abitazione privata ora adibita a museo dove si possono vedere abiti, costumi, utensili, armi, gioielli tipici dell'Oman. Proseguimento per l'Alam Palace (non visitabile internamente), il Palazzo del Sultano dalle tipiche architetture di fine anni 70, sosta per delle foto. Si raggiungeranno, con una breve passeggiata, i forti di epoca portoghese Jalali e Mirani (non visitabili internamente) situati all'ingresso dell'antico porto a protezione dell'antica città di Muscat. Proseguimento per il suq di Muttrah dove sarà possibile fare una passeggiata ed effettuare shopping. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

3° giorno, martedì 6 novembre 2018

MUSCAT - WADI ARBEEN - BIMAN SINKHOLE - WADI TIWI - SUR (270 km)

Wadi ArbeenWADI ARBEEN

Dopo la prima colazione partenza in fuoristrada 4x4 (4 persone per ogni mezzo + autista) verso sud. Lasciata la strada principale con un percorso off road si prosegue verso Wadi Arbeen, una delle oasi più belle e selvagge del Sultanato attraversando le montagne dell'Hajar con le rocce multicolori, rose beige e nero. Arrivo a Bimah Sinkhole una caratteristica formazione geologica con acque cristalline dove si incontrano le acque dolci dei Wadi e le salate del mare. Pranzo pic-nic. A Wadi Shab sarà possibile effettuare foto dall'alto della strada, la Wadi infatti dopo il tifone Gona è una gola tra le rocce piena d'acqua. Proseguimento verso Tiwi, passeggiata attraverso la Wadi ricca di palme da dattero e alberi da frutta. Visita di Sur, graziosa cittadina famosa per i cantieri navali dove vengono costruiti ancora con metodi tradizionali i Dhow, la tipica imbarcazione omanita. Visita dell'area di Ras Ayqah con il faro e le case dei pescatori con le particolari porte delle abitazioni intagliate, retaggio dei contatti con l'Africa. Cena e pernottamento in hotel.

4° giorno, mercoledì 7 novembre 2018

SUR - WADI BANI KHALID - WAHIBA SAND (250 km)

DUNE BASHINGDUNE BASHING

Dopo la prima colazione, partenza per Wadi Bani Khalid, visita di questa spettacolare oasi, una delle più belle e famose dell'Oman. Pranzo in ristorante locale. Proseguimento per il deserto di Wahiba Sand con le sue dune rosate. Sistemazione al campo tendato Arabia Oriyx. Nel pomeriggio entusiasmante escursione nel deserto inoltrandosi fra le dune, al termine del dune bashing attesa del tramonto e rientro al campo per la cena e il pernottamento.

5° giorno, giovedì 8 novembre 2018

WAHIBA SAND - SINAW - JABREEN - BAHLA - MISFAT - AL HAMRA - JABREEN (360 km)

BAHLABAHLA

Dopo la prima colazione partenza per Sinaw, visita del mercato uno dei più caratteristici del Sultanato, che si tiene ogni giovedì. Il mercato di Sinaw è famoso per la compravendita dei dromedari, ma anche per il commercio di generi alimentari e spezie, qui è possibile incontrare le donne beduine con le tipiche maschere che coprono il volto e gli anziani in abito tradizionale (prima di fotografare chiedete il permesso). Proseguimento per Jabreen visita del castello fortificato costruito nel 1671 uno dei più belli e raffinati dell'Oman. Arrivo a Bahla, città storica un tempo circondata da 12 chilometri di possenti mura, dove si trova l'imponente forte posto sotto la protezione dell'UNESCO come patrimonio mondiale dell'umanità. Si effettuerà una sosta in posizione panoramica per cogliere l'insieme di questa caratteristica cittadina fortificata. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio visita di Misfat, tipico villaggio arroccato ai piedi della montagna di Jabal Shams e percorso dai falaj il tipico sistema di irrigazione omanita. Proseguimento per Al Hamra bellissimo villaggio semiabbandonato con le tipiche case di fango circondato da un lussureggiante palmeto. Sosta panoramica. Arrivo a Jabreen, cena e pernottamento in hotel.

6° giorno, venerdì 9 novembre 2018

JABREEN - NIZWA - JABAL AKDAR - BIRKAT AL MOUZ - MUSCAT (270 km)

NizwaNIZWA

Dopo la prima colazione, partenza per Nizwa, visita del mercato degli animali che si tiene ogni venerdì dove vengono venduti essenzialmente capre e bovini, le cui contrattazioni sono effettuate dalle donne beduine. La visita di Nizwa continua con il caratteristico forte a pianta circolare, del castello e del museo. Si passerà quindi alla visita dei caratteristici suq con i negozi di artigianato e spezie, datteri, frutta, verdura; qui potrete comprare anche l'acqua di rose. Partenza per Jabal Akdar una delle due montagne più alte dei monti dell'Hajar chiamata la „montagna verde“ per le coltivazioni che si trovano sulle pendici di questa montagna alternate a grandi canyon. Jabal Akdar è famosa oltre che per la bellezza del paesaggio per la produzione dell'acqua di rose usata sia per uso cosmetico che per uso alimentare. Superato il check point da dove si può proseguire solo con i fuoristrada, si sale con vista di paesaggi mozzafiato verso la sommità della montagna. Pranzo nella Majalis di una famiglia omanita. Visita del caratteristico villaggio di Birkat al Mouz immerso in un lussureggiante palmeto dove si trova il Falaj posto sotto la protezione dell'Unesco. Rientro a Muscat, sistemazione in hotel, cena di arrivederci in ristorante di pesce, pernottamento in hotel.

7° giorno, sabato 10 novembre 2018

MUSCAT - MILANO MALPENSA - BOLZANO

Dopo la prima colazione trasferimento per l'aeroporto. Disbrigo delle formalità doganali e imbarco sul volo di linea per Milano Malpensa. Quindi trasferimento con pullman G.T. per Bolzano.

INFORMAZIONI UTILI


DOCUMENTI: è necessario il passaporto con validità residua non inferiore ai 6 mesi dalla dati di ingresso nel Paese ed avere almeno 2 pagine bianche libere. È inoltre necessario un visto turistico prepagato e ritirato direttamente all'arrivo all'aeroporto di Muscat.

FUSO ORARIO: + 3 ore rispetto all'Italia.

VALUTA: la moneta nel Oman è il Rial omanita (Rial Omani), equivalente a circa 2,20 Euro. Il Rial viene suddiviso in 1000 baiza. Si trovano banconote da 50, 20, 10, 5 e 1 rial; monete da 500, 250, 200, 100, 50, 25, 10 e 5 baiza. Negli uffici di cambio locali è possibile cambiare gli Euro in Rial. Le principali carte di credito sono accettate nella maggior parte dei negozi, hotels e ristoranti.

LINGUA: la lingua ufficiale è l'arabo, ma molte persone parlano anche l'inglese.

CLIMA - ABBIGLIAMENTO: consigliato un abbigliamento pratico e sportivo, leggero, in fibre naturali. Da non dimenticare un cappello, occhiali da sole e crema solare. Fuori dalle città il terreno è sabbioso, sterrato, sassoso o sdrucciolevole, per cui si consigliano scarpe da trekking o comunque un buon paio di scarpe da ginnastica per camminare. In Oman non ci sono leggi che impongano un certo abbigliamento agli stranieri, ma, nel rispetto delle tradizioni di questo popolo, peraltro molto ospitale, è consigliabile non indossare canottiere senza maniche o pantaloni corti sopra al ginocchio (vale sia per gli uomini che per le donne).

ACQUISTI: l'incenso per il quale l'Oman è famoso. Monili d'argento e in oro. Il khanjar tipico pugnale a lama ricurva, con l'impugnatura arricchita da pietre preziose e argento. Oggetti in bronzo, legno e ceramica. Cassapanche in legno decorate e scatole in legno di sandalo. Ottime sono le spezie, il caffè, i datteri e tutta la frutta secca. Da non dimenticare i famosi profumi a base di acqua di rose.

ELETTRICITÀ: la corrente è a 220 Volt - 50 Hz. Anche se la maggior parte delle prese di corrente è a due poli rotondi, sono comuni anche le prese a tre poli. Per evitare qualsiasi disagio consigliamo di avere al seguito un adattatore universale.

TELEFONO: per chiamare un numero omanita da un numero italiano, comporre il prefisso 00968 + il numero dell'abbonato. Per chiamare un numero italiano mentre ci si trova in Oman anteporre il prefisso 0039.

FOTO e VIDEO: è vietato fotografare o filmare qualunque postazione militare (polizia compresa), o 'strategica', come aeroporti, ponti o stazioni ferroviarie. Consigliamo poi di chiedere il permesso per fotografare o filmare le persone, specialmente le donne, e di evitare anche le moschee durante le ore di preghiera. Di solito è consentito fotografare o filmare l'interno di siti religiosi o archeologici, tranne che diversamente indicato da appositi cartelli. Si consiglia di portare da casa batterie e memory card di ricambio, in quanto durante il tour sarà difficile reperirle.

MANCE: la mancia, come in ogni paese turistico, è ormai indispensabile per ottenere un buon servizio. Per questo è stata stabilita una cifra pari a 60 €, che verrà poi ripartita dall'accompagnatore di volta in volta per i singoli servizi.

CUCINA: l'Oman non ha una vera e propria cucina tipica e propone cibi derivati dalla cucina libanese e da quella indiana. Grazie al lunghissimo tratto di costa, la cucina omanita fa abbondante uso di pesce. Un piatto originario del sud è il rabees, squaletto bollito e poi fritto. La carne è soprattutto di montone. Forse il piatto più tipico è l' harees, preparato con grano cotto e carne bollita, condito con limetta, peperoncino e cipolla. Da assaggiare sicuramente lo shuwa, carne marinata cotta in un forno d'argilla, servita poi con il rukhal, sottile sfoglia di pane. Gli omaniti poi hanno una vera passione per i dolci: da ricordare l' halwa, dolce dalla forma allungata fatto con datteri, zafferano, cardamomo, mandorle, noci e acqua di rose. Specialità da assaggiare, il caffè aromatizzato al cardamomo. Ricordiamo che gli alcolici vengono serviti solo nei grandi alberghi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE in camera doppia
(gruppo minimo 20 partecipanti)
 €
SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA (su richiesta impegnativa)  €
ASSICURAZIONE ANNULLAMENTO OBBLIGATORIA SENZA FRANCHIGIA in camera doppia (vedere contratto assicurativo)  €
ASSICURAZIONE ANNULLAMENTO OBBLIGATORIA SENZA FRANCHIGIA in camera singola (vedere contratto assicurativo)  €
VISTO  €


Le quote sopra indicate sono costruite sulla base delle tariffe aeree attualmente in vigore e dei servizi a terra attualmente stimati. Ci riserviamo il diritto, in conseguenza della variazione del costo del trasporto, del carburante, dei diritti e della tasse quali quelle di atterraggio, di sbarco o imbarco, di rivedere il prezzo di vendita nei termini e tempi previsti dal D.L. n. 111. Le quotazioni sono basate e garantite sulle base delle tariffe aeree valide fino al 2/2/2018.

CAMBIO APPLICATO: 1 € = 1,21 $ al 2/2/2018

LA QUOTA COMPRENDE:
LA QUOTA NON COMPRENDE:
PENALITÀ DI ANNULLAMENTO:

 Scarica la brochure e la locandina.